Accessibilità


UN FESTIVAL ACCESSIBILE

Le porte del Festival Oriente Occidente non sono mai state così aperte!

Da qualche anno il Festival è impegnato in progetti inclusivi che vedono artisti abili e disabili creare insieme spettacoli unici, con un’estetica nuova, portando avanti un’indagine sulla ricchezza estetica e artistica che la diversità può offrire.

Ma non solo, il Festival vuole anche permettere a pubblici con diverse abilità di partecipare agli eventi proposti.

In che modo?


ACCESSIBILITÀ DEL SITO

In alto a destra le tre icone standard dell’accessibilità che rendono i contenuti del sito facilmente fruibili da tutti gli utenti. 


     Aumenta/Diminuisce il carattere della pagina.

 

     Aumenta/Diminuisce il contrasto della pagina.

 

     Aumenta/Diminuisce la visibilità dei link della pagina.

 

EASY TO READ

Per alcuni spettacoli è disponibile sul sito una presentazione in formato EASY TO READ. Si tratta di una presentazione degli spettacoli semplificata, che rende maggiore l’accessibilità ai contenuti. Il progetto è realizzato con ANFFAS Trentino Onlus.

     Icona EASY TO READ.

Per saperne di più CLICCA QUI.
 

LARGE PRINT

Per tutti gli spettacoli è disponibile la presentazione in formato LARGE PRINT, con caratteri ingranditi che rende i contenuti accessibili a persone ipovedenti o con difetti della vista.



ACCESSIBILITÀ PER PERSONE SORDE

SUBPAC

Lo spettacolo Les Ondes Gravitationnelles della compagnia francese Retouramont, in programma i giorni 7 e 8 settembre negli spazi di Progetto Manifattura, sarà reso accessibile a un pubblico di sordi. Il progetto è una sperimentazione di Oriente Occidente Dance Festival e ENS – Ente Nazionale Sordi Trento con il supporto di Virtual Gaming Centers.

Durante Les Ondes Gravitationnelles, spettacolo di danza verticale dal forte impatto visivo, saranno dati in dotazione dei supporti tecnologici molto simili a zainetti che emettono vibrazioni seguendo il ritmo della musica della performance. Subpac, questo il nome dello zainetto, renderà lo spettacolo totalmente inclusivo. 

A destra e a questo link il video di presentazione del progetto spiegato in LIS (lingua italiana dei segni).

     


TRADUZIONI IN LIS

La prova aperta della compagnia Retouramont, il giorno 5 settembre presso Progetto Manifattura ore 17, e la presentazione del libro Altri Corpi / Nuove Danze di Andrea Porcheddu, il 5 settembre ore 19 presso l'Urban Center, saranno completamente accessibili.

Gli eventi infatti sono aperti a tutti, anche ad un pubblico di sordi grazie ad una traduzione simultanea nella lingua italiana dei segni (LIS), in collaborazione con ENS. 


ACCESSIBILITÀ ALLA PRATICA

Quest’anno il Festival offre tre workshop aperti a tutti, abili e disabili: il workshop Frippery della compagnia inglese Stopgap, il workshop Soma del coreografo ceco Martin Talaga e il workshop Azione Danzata. Laboratorio di Teatro Fisico di Michela Lucenti, Maurizio Camilli e Emanuela Serra. 

 

ACCESSIBILITÀ DEGLI SPAZI

Tutte le strutture del Festival sono accessibili. Teatri con posti riservati per persone con mobilità ridotta e in carrozzina, accesso in autonomia al foyer di entrata, alla platea e ai bagni, parcheggi riservati nelle immediate vicinanze.

Sale danza accessibili con ascensore, spogliatoi, bagni e docce sbarrierati.

Il Teatro Zandonai, l’Auditorium Melotti, il Teatro alla Cartiera e il Teatro Sociale hanno posti riservati per persone con disabilità motoria su sedia a rotelle.

   Icona attività accessibile a persone con disabilità.

 

ACQUISTO BIGLIETTI PER PERSONE CON DISABILITÀ E ACCOMPAGNATORI

L’acquisto dei biglietti per persone con disabilità che necessitano di accompagnatore e/o di posto con carrozzina deve essere effettuato telefonando al numero 0464 431660 (orario 10 – 18) o mandando una mail a festival@orienteoccidente.it.

Eventuali accompagnatori hanno accesso gratuito agli spettacoli. Siamo lieti di accogliere i vostri suggerimenti e segnalazioni per una gestione sempre più aggiornata e accurata delle informazioni e degli itinerari di accesso agli spazi festival@orienteoccidente.it.